Pappagallini vari

Parrocchetto di lesson

Dettagli

FORPUS COELESTIS


PARROCCHETTO DI LESSON o DEL PACIFICO


 

 

Questa specie neotropicale appartenente al genere Forpus (composta da sette specie) è conosciuta in Italia con il nome di Forpus coelestis o Parrocchetto di Lesson o del Pacifico.

 

 

1. Forpus coelestis

 

Grandezza : 13 cm

 

Età : può raggiungere i 15 anni.

 

Provenienza: nord-ovest del Perù, Ecuador occidentale.


Colorazione :il maschio è caratterizzato dal sopracciglio, dal codione e dalle remiganti color blu cobalto con sfumature viola mentre la femmina è normalmente tutta verde, ma alcuni esemplari della sottospecie "lucida" hanno il codione blu ed un accenno di sopracciglio; in questi soggetti l'unico segno di dimorfismo attendibile è quello delle remiganti che solo il maschio ha blu

 

Maturità sessuale :circa a 10 mesi

 

Appendice/CITES : II

 

Carattere : è un pappagallo poco rumoroso. Timido  e riservato, può diventare con il tempo addomesticabile. Adora triturare rami freschi e ogni tanto fare il bagno. 

 

Mantenimento : Ormai ben stabilizzati in cattività, uccelli nati in allevamento si riproducono anche in contenitori poco spaziosi tipo gabbie da cova di 50 x 40 x 40. Onde evitare che i soggetti ingrassino troppo, bisognerebbe, però, alloggiarli in gabbie di almeno 70x 40x40, oppure sistemarli in voliere, al di fuori del periodo riproduttivo. Sono parrocchetti tendenzialmente timidi verso l'uomo ma, con il tempo, possono arrivare a diventare confidenti e risultano molto robusti e resistenti alle malattie. Soprattutto nel periodo della riproduzione, possono diventare molto aggressivi nei confronti dei congeneri ma hanno la necessità di essere in compagnia per evitare condizioni di stress che possono portare anche alla morte.


Alimentazione :
miscela di semi per piccoli parrocchetti con pochissimo girasole piccolo e molta scagliola; frutta e verdure (carota, pera, mela, mais, ecc.); pastoncino proteico per l'allevamento dei piccoli. Mettere osso di seppia (o blocchetti di sali minerali), grit e acqua fresca sempre a disposizione.


Allevamento:Resistono a temperature minime di 10°C, ma sopportano anche temperature inferiori allo zero, se hanno la possibilità di rifugiarsi in un nido ben coibentato.
La riproduzione principale comincia in primavera ma, se alloggiati in ambienti riscaldati e ben illuminati per almeno 14 ore la giorno, si riproducono tutto l'anno.
Depongono da 4 a 10 uova, solitamente 6 ad intervalli tra 24 e 48 ore ed iniziano ad incubare dal secondo uovo. Incubazione 21 - 24 giorni; i piccoli sono nutriti nel nido,dalla femmina imbeccata dal maschio, per quattro - sei settimane ed i giovani che escono dal nido sono normalmente indipendenti dopo una settimana -dieci giorni dall'involo.
A questo punto, è consigliabile separarli dai genitori che, altrimenti, possono perseguitarli e morderli fino ad ucciderli per iniziare una nuova covata. Attenzione soprattutto ai giovani maschi che, fuori dal nido, vengono accettati poco volentieri dal padre.
I giovani sono maturi sessualmente intorno ai 10 mesi- un anno, età alla quale iniziano a riprodursi regolarmente (i maschi qualche volta sono fecondi già a quattro mesi) ma, normalmente, diventano buoni allevatori solo al secondo anno di vita.     

 

Stato attuale : è una specie rara da trovare in natura poiché ha risentito dell'incremento degli insediamenti umani.

Facilità di reperimento in commercio :abbastanza facile.

 

Le altre 6 specie sono :

  • Forpus conspicillatus - pappagallino dagli occhiali
  • Forpus cyanopygius - pappagallino del Messico
  • Forpus modestus - pappagallino beccoscuro
  • Forpus passerinus - pappagallino groppaverde
  • Forpus xanthops - pappagallino facciagialla
  • Forpus xanthopterygius - pappagallino aliblu

 

   
© Tutte le informazioni contenute in questo sito sono a titolo indicativo e derivano dall'esperienza personale. Pappagalli.ch non è collegato ai siti e alle inserzioni recensite e non è responsabile del loro contenuto. Sito creato il 27.07.2000 WWW.PAPPAGALLI.CH- E' vietata la riproduzione, anche parziale, di queste pagine. La maggior parte delle foto utilizzate per le schede deriva dalla rete. Se avessimo erroneamente usato una foto protetta da copyright, ci scusiamo e la stessa verrà immediatamente rimossa su richiesta del proprietario.