Acquisizione del pappagallo

Dettagli

IL PAPPAGALLO QUESTO INTRINSECO ANIMALE

 

Il pappagallo, quale animale affascinante, incantevole e quanto … contrastante! Infatti, se si porta attentamente attenzioni alle opinioni della maggior parte della gente che vive in società con quest'ultimo, saremmo portati a credere che il pappagallo è un animale imprevedibile, bellicoso e sgradevole … un vero caratteraccio da "cani"! 
Infatti, noi umani siamo abituati a vivere in società con i cani e prendiamo come punto di riferimento i comportamenti e la socializzazione di quest'ultimi per applicarli ai nostri animali da compagnia e quando quest'ultimi non agiscono come ci si aspetterebbe da un cane,  quindi in modo "normale" le parole "problemi comportamentali" scaturiscono immediatamente da tutte le parti.
Pertanto non bisogna assolutamente confondere quanto facciamo con un cane di poterlo rapportare su un pappagallo.


Pappagallo non è sinonimo di problema di comportamento

… e tutti gli atteggiamenti del pappagallo che vi sembrano deplorevoli non vi si imparentano neppure. Il pappagallo possiede una moltitudine di comportamenti innati con i quali l'umano ha della difficoltà a rapportarsi e spesso, che giudica semplicemente inaccettabili per un animale domestico. Ma ecco, il pappagallo non è un animale domestico!
La maggior parte delle necessità fisiche o emozionali dei pappagalli non è adattata alla coabitazione con l'umano, perché non hanno mai avuto la possibilità di evolvere in questo senso. Così, questi comportamenti concepiti specifiMondo pappagallocamente per il loro habitat naturale si incontrano nel nostro mondo umano e nella maggior parte dei casi sotto la denominazione: problema comportamentale.

Sotto questa denominazione, quasi tutti gli utenti o possessori di pappagalli descrivono i comportamenti naturali del pappagallo: mordere (afferrare), comunicare (gridare), volare, distruggere, comportamenti sessuali, ecc. anche defecare sembrerebbe inserito nello schema dei numerosi “problemi comportamentali" nella specie di pappagallo. Certamente! … 

Tramite il sito www.pappagalli.ch e vari articoli, impareremo che nessuno di questi comportamenti è anomalo. Constateremo che il pappagallo è un animale logico e flessibile che non vuole, soprattutto, fare cose controverse. Per sopravvivere, deve conformarsi al suo gruppo sociale e non contrapporsi. Un animale logico, reagisce in funzione della struttura sociale degli individui che lo circondano precisamente per evitare le difficoltà e rischiare il rifiuto della sua comunità.
Esploreremo l'idea che, se il pappagallo, coerente nel suo approccio, agisce adeguatamente alle risposte del suo ambiente, spetta dunque a questo ambiente (l'umano o il gruppo sociale) offrirgli le risposte adeguate alla sua comprensione affinché sia in grado di produrre le linee sociali previste da parte sua.
 

C'è una grande interazione tra l'ereditario e l'acquisizione. Più un animale possiede l'istinto, meno è dipendente dal suo gruppo sociale, e diremo che il motivo è "perché ha meno bisogno di imparare".

L'istinto deriva da stimolazioni interne (endogene) e fisiologiche come gli ormoni e la fame. I comportamenti innati si trovano in tutti gli individui di una stessa specie, le differenze individuali (temperamento, personalità, habitat, ecc.) non hanno alcun effetto su questi tipi di comportamento. Questi comportamenti, presenti fin dalla nascita, permettono agli animali di svolgere alcune funzioni senza dover ricorrere a nessun apprendimento iniziale.
La parte dei comportamenti istintivi di una specie dipende dallo sviluppo del sistema nervoso centrale di quest'ultimo, dal suo livello psichico. Dunque, i comportamenti istintivi (innati - natura) svolgono  un grande ruolo importante per le specie ad accrescimento "debole", più che negli animali "sovrastanti". 
Gli atteggiamenti innati sono opposti agli atteggiamenti acquisiti e non richiedono alcun insegnamento preliminare.
Esempio: Tutti gli individui della stessa specie hanno comportamenti sessuali identici che derivano da reazioni, determinate da caratteristiche genetiche.

Nelle specie evolute, quale il pappagallo, la maggior parte delle informazioni istintive è sopportata da una grande capacità di imparare, cosa che li rendono molto adattabili.
Quest'abilità meravigliosa ad assimilare ed adattarsi, è quello che si chiama l'acquisizione.
Le acquisizioni sono personali ad ogni psittacide e derivano dalla sua personalità, ma anche dall'ambiente di vita.

 

La parte degli altri … l'acquisizione

Contrariamente all'innato, l'acquisizione dipende da incentivazioni esterne (esogeni), cioè, che sono esterne al pappagallo, che provengono dall'ambiente. L'acquisizione è il prodotto delle informazioni, degli insegnamenti e delle esperienze accumulate durante lo sviluppo, dalla fecondazione dell'uovo fino alla fine della sua vita di pappagallo. Include tutti i comportamenti intelligenti ed arguiti come pure i riflessi condizionati.

Quest'acquisizioni sono personali all'individuo. Gli atteggiamenti acquisiti permettono al nostro pappagallo di adattarsi a molte situazioni o ambienti nuovi e diversi. È ciò che gli dà tutto il suo potenziale per diventare un animale eccellente da compagnia. Tutti gli insegnamenti sociali sono comportamenti acquisiti.
I modi in cui apprendono tali insegnamenti, i più correnti, sono realizzati da osservazione ed imitazione come da diverse prove a altrettanti errori. I comportamenti coronati da successo saranno riaffermati, mentre coloro che trascinano soltanto piccoli o modesti successi privi d'interesse o nel peggiore dei modi fastidi, questi saranno rapidamente abbandonati.
L'apprendimento con prove deriva spesso da situazioni fortuite ed accidentali, cioè, il pappagallo pone un'azione per caso, e lo integra o la respinge secondo ciò che riporta; piacere, fastidio o nulla! Impara dai successi, ma altrettanto anche dei suoi errori ! In una o l'altra di queste situazioni, un fatto rimane: il pappagallo tratterrà (buoni o cattivi comportamenti) secondo le risposte (conseguenze) che avrà riscosso.

L'osservazione, e naturalmente, l'imitazione dei protagonisti che compongono il suo ambiente immediato (es. l'umano) faranno in modo che il pappagallo tenti di ricreare comportamenti che gli sembreranno adeguati ed efficaci. Può riprodurre immediatamente un comportamento agendo simultaneamente con il modello (apprendimento imitativo), e può riprodurre molto più avanti il comportamento osservato quando una situazione similare lo imporrà (apprendimento vicariante).
Il repertorio comportamentale del pappagallo è in evoluzione costante; in ogni fase dello sviluppo sono abbandonati dei comportamenti anteriormente adottati, in funzione delle risposte che genera il comportamento emesso. Ed è qui dove interviene la parte degli altri … la vostra parte (l'umano).

Il pappagallo sarà il riflesso del suo ambiente, di ciò che avrà acquisito con il vostro contatto.
Il pappagallo, benché si adegua non è interamente malleabile. Occorre tenere conto della sua natura e delle sue necessità.

 

Non tutto è programmabile

Nonostante il fatto che il nostro pappagallo faccia parte della classe degli animali detti "evoluti" , possiede in lui fin dalla nascita, un certo numero di atteggiamenti per la sua sopravvivenza, che si manifestano al momento opportuno (o inopportuno!) e secondo dello sviluppo del pappagallo (crescita). 
Nonostante il fatto che i comportamenti acquisiti dal pappagallo sono numerosi, non è per tanto interamente "programmabile". Viene al mondo con una "logica" di base che si chiamano istinti e con i quali egli disciplinerà la propria vita intera.
È importante notare (per rassicurare voi e per il benessere del pappagallo) che un comportamento innato non scompare mai (e per questo non serve a nulla provare), il pappagallo può soltanto apprendere ed adattare i suoi atteggiamenti istintivi alle limitazioni ed esigenze dell'ambiente nel quale evolve. L'umano e il pappagallo dovranno convivere con questo fatto per tutta la loro vita.

È vitale per l'equilibrio del pappagallo essere preso a carico (adottato, acquistato, …) da un buon proprietario che saprà guidarlo ed aiutarlo a conciliare i suoi comportamenti innati con la costrizione del nuovo ambiente  (la vostra casa) e guidarlo nell'apprendimento dei comportamenti sociali (acquisizione) affinché possa essere in grado di incontrare le esigenze di questa condizione sociale (i vostri scopi).

Sarà principalmente per una buona supervisione delle sue attività, delle sue esperienze ed in funzione delle vostre risposte che il pappagallo apprenderà (tanto ciò che è bene, tanto ciò che non lo è).


Pappagalli.ch
   
© Tutte le informazioni contenute in questo sito sono a titolo indicativo e derivano dall'esperienza personale. Pappagalli.ch non è collegato ai siti e alle inserzioni recensite e non è responsabile del loro contenuto. Sito creato il 27.07.2000 WWW.PAPPAGALLI.CH- E' vietata la riproduzione, anche parziale, di queste pagine. La maggior parte delle foto utilizzate per le schede deriva dalla rete. Se avessimo erroneamente usato una foto protetta da copyright, ci scusiamo e la stessa verrà immediatamente rimossa su richiesta del proprietario.